Dietro le Quarte

12 PASSI A TESTA ALTA. Un cammino al femminile per uscire dalla depressione

12 PASSI A TESTA ALTA. Un cammino al femminile per uscire dalla depressione
marzo 20
18:37 2017

Sulle note di Sophisticated Lady si apre il sipario e una silhouette femminile si muove di schiena con eleganza, fasciata in un lungo abito nero, con tanti cappelli in testa, uno sull’altro, a falda larga.

È la scena iniziale di uno spettacolo dal titolo significativo: “L’ultima parte del corpo a invecchiare è il cuore – Storia di Paola”, monologo scritto da Gianni Lodi e interpretato da Cristina Castigliola.

Lo spettacolo completo è godibile oggi anche online, a questo link (durata 51:22).

Cristina è, sulla scena, Paola. Ma chi è Paola?

Il monologo è tratto da un libro, “Sapori e saperi delle donne”, pubblicato da Iacobelli e scritto da Paola Leonardi, affezionatissima nostra autrice con diversi titoli in catalogo e oggi con una nuova pubblicazione, destinata a eguagliare il successo delle precedenti, visto il tema e la facilità di lettura: “Depresse non si nasce si diventa”, che peraltro ci permette di festeggiare il titolo numero 300 della collana Le Comete!

Si tratta della continuazione dell’ormai ventennale “Come trasformare la depressione in risorsa”, best seller del 1996, che oggi da decalogo si trasforma in cammino in 12 tappe, pratiche utili a rendere migliore la vita di tante donne che sentono la necessità di uscire dalla tristezza, dalla depressione, ritrovare l’autostima e volare verso una nuova vita, affrontando cambiamenti importanti. Pratiche, anche – e non è cosa da poco rilevarlo – che in molti casi hanno fatto bene alla stessa Paola, ci permettiamo di chiamarla amichevolmente così in queste righe, ora che la sentiamo vicina ai nostri bisogni.

Parliamo al femminile ma guardando anche gli uomini: afferma l’autrice che, pur rivolgendosi alle singole persone perché possano imparare a trasformare la depressione in progetti di vita e consapevolezza  “dovremmo prima di tutto creare una cultura che apprezzi le donne sicure di sé”.

“È per questo – aggiunge – che la depressione che colpisce le donne riguarda anche gli uomini”.

Ma certo. E infatti sarebbe bellissimo ricevere delle belle foto con il libro in lettura ai nostri compagni di cammino, perché no? Cari uomini, prendetelo come un invito, giocoso anche se poggia le basi su questioni di altissima rilevanza, e nel rispetto del dolore che purtroppo appesantisce la vita di tante donne alle prese con il ruolo sociale e familiare, le fasi della vita femminile (adolescenza, parto, climaterio…), le rabbie, le tristezze, la mancanza di autorealizzazione, la perdita di identità, la conflittualità con la madre, la disparità, tutti temi trattati dalla Leonardi nel corso della sua carriera di sociologa, psicoterapeuta e di autrice di volumi sempre utili a compiere i primi passi verso una nuova consapevolezza.

Ma cosa fare dunque, quando ci si sente depresse? La parte centrale del volume – che segue due capitoli introduttivi sullo stato depressivo e precede la parte dedicata alla psicoterapia – indica 12 passi utili a uno scopo che ci sembra quasi impossibile, prima di leggere le sue parole: trasformare la depressione in una risorsa.

E invece impossibile non è, e Paola Leonardi ci spiega come passare:

  1. Dalla dipendenza alla libertà
  2. Dalla rabbia contro se stesse a una sana aggressività
  3. Dalla forzata oblatività alla realizzazione dei desideri
  4. Dall’identità negata all’identità in trasformazione
  5. Dal disvalore sociale del femminile al valore personale e di genere
  6. Dal tempo come obbligo sociale al tempo per sé
  7. Dalla conflittualità madre/figlia alla gratitudine
  8. Dal mito della bellezza alla sintonia col corpo
  9. Dal disagio della depressione all’agio della realizzazione di sé
  10. Dalla depressione all’espressione.
  11. Dalla vittimizzazione al progetto
  12. Dall’uguaglianza al valore della differenza

Ci parla anche dei CERCHI DELLE DONNE nel Centro Autostima  da lei fondato nel 1995: fondamentali luoghi di guarigione, dove le ragazze di ogni età possono esprimere liberamente non solo le loro idee, ma bisogni, desideri, sentimenti, emozioni, speranze, progetti. In cui ritrovare forza e sostegno attraverso identificazione, condivisione e reinterpretazione degli eventi.

È facile anche che qualcuna si ponga, alle prese con stati d’animo o disagio nuovi, una domanda fondamentale: ma io sono depressa? Un questionario in appendice e una innovativa scheda di Qualità della Vita Quotidiana Femminile a fine libro sono gli strumenti per una prima risposta al dubbio, utilissimi anche per terapeute/i.

E se si riconosce la necessità di procedere, sempre ricordando anche l’importanza di un intervento terapeutico nei casi più importanti, partire dai dodici passi sarà l’inizio di un grande cammino di rinascita, o per dirla con le belle parole di Paola, o della dottoressa Leonardi (due volti della stessa persona), sarà “Un percorso da attraversare per ritrovare la capacità di divenire artefici della nostra vita e il coraggio di essere finalmente solo noi stesse”.

Per saperne di più: www.autostimadonne.it

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Loading Facebook Comments ...

RICEVI I NOSTRI POST VIA EMAIL

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi post
* = campo richiesto!

Archivi

@AngeliEdizioni

LINK UTILI

Libri e conversazione online: una guida introduttiva per i nostri autori