Dietro le Quarte

CENTO! E stavolta ci mettiamo la faccia.

CENTO! E stavolta ci mettiamo la faccia.
giugno 30
11:30 2016

Ebbene sì. Per novantanove volte, dal ventotto gennaio duemilaquattordici a ieri, vi abbiamo chiesto di ascoltare un nostro racconto. Che parla di libri, di autori, di quanto gira intorno all’affascinante momento della scrittura e poi della pubblicazione. È il momento più importante, quello in cui, a stampa pronta, lo scrittore e la sua casa editrice si presentano aprendosi al dialogo con i propri lettori. Oggi sbuchiamo sui vostri pc per la centesima volta.

Dietro Le Quarte ci siamo già, e dunque, per festeggiare, vi accompagniamo dietro le quinte, nella cucina dove entra un manoscritto per trasformarsi in un libro. Era molto felice il parrucchiere di zona: prima della foto, tutti là. E ora, signori e signore, ecco le nostre facce pronte a salutarvi, ma soprattutto a ringraziarvi della vostra presenza dall’altra parte del monitor, dove brulicano passioni, interesse, emozioni.

Per cortesia, seguiteci (e cliccate sulle immagini per ingrandirle!):

Gabriella è vicedirettore generale e direttrice editoriale. Quanto obbliga, naturalmente, a Foto Istituzionale. Ma è lei a volersi scrollare di dosso titoli e ingessature… ed eccola dunque con Francesca (con la quale fa un sacco di libri di Self Help e non solo), viaggiare protette da casco verso amene mete. Quali, non ci hanno detto. Realisticamente, la presentazione di un nuovo libro!

GABRIELLA

GABRIELLA FRANCESCAGABRIELLA FRANCESCA CASCO

 

 

 

 

 

Ai libri di management Benedetta, Misa e, per dare un tocco dantesco, anche Paolo e Francesca. Servisse un libro a far da Galeotto, beh c’è solo da scegliere.

GRUPPO MANAGEMENT NOMIGRUPPO MANAGEMENT 2

 

 

 

 

 

I libri di sociologia nascono con loro, Barbara e Francesca. È bella la loro risata, contagiosa. Ma leggete la citazione che han scelto, e lacrime di commozione ci fermano per un po’. La rubiamo, la facciamo nostra per questo blog: l’intento è proprio quello di avvicinare il più possibile autori e lettori (a volte ci scappa davvero, quel numero di telefono).
Con Katiuska nascono i libri di pedagogia e formazione. Ehm… a questo proposito vorrei dire che me ne servirebbe uno che mi spiegasse… e poi un altro per imparare a… ah e poi uno per…, e anche… Sì, è la “passione per le conoscenze”, preziosa tagline sotto il nostro logo.

BARBARA FRANCESCAKATIUSKA

 

 

 

 

 

Nell’ufficio di Chiara, responsabile dei titoli di psicologia, succedono cose strane. Il calendario dice Dicembre 2010, un orso ci guarda poggiato su neve fresca. Ma noi sentiamo molto, molto caldo in questi giorni. Urge per l’avventore un lettino freudiano.

chiara-colombo

CHIARA 1

 

 

 

 

 

 

STEFANIAStefania è una, alla trinità non osiamo arrivare, ma è ubiqua e bionica. Che fa? Sistemata là nel bel mezzo della redazione produce materiale promozionale, prepara le prime versioni digitali dei libri, sistema gli ePub per i fornitori, li affida loro e poi se li ripiglia per le ultime carezze. Poi siccome è snella saltella qua e là buttando battute. Si sfoga così.

 

Ma qui, nel silenzioso ufficio dove Antonio partorisce libri di architettura e design, ci fermiamo sull’uscio. Non passerà a voi inosservato il genere di prima necessità sistemato sulla scrivania. Anche l’attrezzo per l’editing ci pare inusuale. Ma forse la spiegazione è là sul suo pc. Vabbè, lo lasciamo fare, andiamo via.
Alessandra cura i testi di economia. Da lì ha appreso l’arte di risparmiare sul tempo. A partire da quello che dedica a mettere ordine sulla scrivania.

ANTONIO PALESSANDRA

 

 

 

 

 

Ed ecco il volto delle riviste FrancoAngeli! Le redazioni – tantissime… – sono dislocate nei diversi atenei di appartenenza, ma tutto, tutto passa da Anna e Annalisa. Coordinamento editoriale, e non c’è prof che possa profferire.
Isabella e Tommaso ci riportano alla classicità. Eleganti, sobri, sono la pace. I loro libri parlano di storia, linguistica, letteratura. E fan filosofia. Oh, finalmente si ragiona. Ok, ok, anche loro fanno la faccia brutta se qualcosa non va. Ma come fai a ribattere, con chi conosce Socrate di persona.

ANNA ANNALISAISABELLA TOMMASO

 

 

 

 

 

Ed ecco a voi la redazione romana! Intorno a Ilaria Angeli, le girls: Maria Rosaria, Marilena, Claudia, Federica, Maria e Angela. Meglio però la seconda versione, dopo qualche ritocco con photoshop e con l’aggiunta di Douglas, attento padrone di casa.

royal family redazione romana

In magazzino ne succedono di tutti i colori. Compreso il calcioscommesse, in palio una pizza. La comunicazione interna è all’avanguardia: in perfetto stile partenopeo, calano dal piano soppalcato moderni cestini in versione valigetta.

CALCIOSCOMMESSEcestino2

 

 

 

 

 

Antonio controlla il tutto. Claudio (nella foto con carrello) e, da sinistra nella foto di gruppo, Guido, Roberto, Emanuele e Mamadou, non si sa come, trovano in quindici secondi, tra chilometri di scaffali, proprio quello che gli hai chiesto tu: che so, il millesessantacinquepuntoventitré (noi qua dentro parliamo così, abbiate pazienza).

antonio o

CLAUDIOMAGAZZINO GRUPPO

E a proposito di soppalco: vi regna Lorena, ufficio vendite. Nella stanze lì vicine Silvia ed Elena hanno destinato una scrivania all’amata radio vintage, vanitosa star del locale.

FOTO LORENARADIO

 

 

 

 

 

I venditori son sempre in giro, si sa. Cristiano a presiedere dal trono riunioni di sudditi ossequiosi, Danilo sulle montagne, Marco a suonar la serenata. No, ragazzi, è tutto finto, stan sudando per librerie.

DANILO MARCO CCRISTIANO

And now, IT is. Yes, gli informatici. Quelli che ti salvano mentre piangi sullo schermo tutto nero. Quelli che ti consolano dicendo vedrai che lo ritroviamo, il file, davvero. Cinzia, Simone, Enrica, Riccardo.

CINZIASIMONEENRICA

RICCARDO CINZIA

GIORGIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E Giorgio, che siccome fa anche il fotografo lui lo scatto se l’è voluto fare da solo in bianco e nero, mica si fidava.

 

 

 

Marco è il boss dei conti. No no fermi, non vi inganni l’aria e il linguaggio da social, e questo fare così amichevole. Lui è il direttore amministrativo, roba seria. Il 27 del mese lo salutiamo tutti con un inchino.

Lelia (nella foto, a destra) e Stella (a sinistra): ovvero i soldi entrano e subito escono. La prima, responsabile della contabilità clienti (insomma, colei che raccoglie i soldi di chi acquista) riempie la cassa, ma poi arriva la seconda e la svuota, non per scappare alle Maldive, ma girando il dovuto ai fornitori, e a tutti noi quando chiediamo il rimborso del bar. Dove siamo stati con l’autore, sia chiaro.

MARCO SSTELLA LELIA

 

 

 

 

 

Albina fa reporting. Insomma, risponde alla fatidica domanda “E quello, come sta andando?” Libri e riviste sono tenuti sott’occhio. E, vista la severità dell’occhio, nessuno vorrebbe essere al posto di un libro che non vende bene. Per fortuna capita di rado.
Daniele sembra pacioso, ma è quello che tira fuori i denti: recupero crediti, occhio. È il migliore quando la macchinetta del caffè ti frega l’euro.

ALBINADANIELE

 

 

 

 

 

A proposito di guerre, ecco come se la fanno, a colpi di fionda, Fiorella e Tiziana. Poi però scendono la scala come Wanda Osiris e lievi si apprestano a gestire gli abbonamenti alle riviste.

TIZIANA FIORELLA

Ilaria e Betti sono nello stesso ufficio. Assistente di redazione e aggiornamento sito per le riviste. Qui sembrano ridere, ma si stanno picchiando. Aria condizionata sì/no è il casus belli; mica possiamo dirvi solo le cose carine.
Marina e Valentina, le sorelle Scaletta. Con un cognome così non potevano che portare simpatia. La prima, cari autori, è colei che fa i conti con i vostri diritti (in euro, s’intende), ma è grazie a Valentina se possiamo dire che un libro davvero c’è, ufficialmente insomma. È l’anagrafe libraria: carica titolo e dati del nuovo arrivato su pc, e poi partecipa all’amministrazione.

BETTI ILARIASORELLE SCALETTA

 

 

 

 

 

ANDREAAndrea esce serio con la valigetta. Tutto bello elegante e non guarda in faccia nessuno. E ci credo: frequenta luoghi dove è bene stare all’erta: banche e tribunali. E poi c’è altro… è lui la persona giusta, posata, tranquilla, per il commiato prima del macero, quando nulla è possibile più fare per libri e riviste giunti ormai a tardissima età.

 

Poteva esserci cognome migliore? A vegliare sui nostri sonni, su quelli degli autori, dei fornitori, dei consulenti, degli addetti di qua e degli addetti di là, sulle magagne, sul bello ed il brutto, gli Angeli!
Ilaria e Stefano, figli di Franco che ha fondato e dato nome alla casa editrice. Lei da Roma, lui a Milano. E adesso non andate subito a riferire quel che stiamo scrivendo.

ANGELI

 

Fermi tutti, qui non si scherza. Beh, a esser sinceri sul fatto di essere un trio rischiamo grosso. Dai porcellini ad Aldo Giovanni e Giacomo, passando per il molto più degno (e citato) dell’Ave Maria, ci possono bollare praticamente di qualsiasi etichetta, c’è solo da scegliere. Non meritevole addirittura di un’Ave, ma la Maria l’abbiamo anche noi dell’ufficio stampa. Lei chiacchiera con i giornalisti di radio e tv. Ed è colei che ci ha immortalati in tutte le foto di questo post così che l’abbiamo scoperta novella Helmut Newton. Stefano è quello che vedete, è proprio così. Serio serio nei suoi affari con i giornalisti più noti, quelli della larga diffusione, dei quotidiani, dei settimanali. Beh, serio finché non gli vien da ridere. E la sottoscritta, Alessandra, è colei che si sta macchiando in questo momento degli orribili reati di calunnia e diffamazione.

UFFICIO STAMPA

 

E infine, dietro gli articoli di questo blog, Alessandra che scrive e Angelo che amministra. Ancora una volta il nome non cade a caso: Angelo protegge il lavoro da clic sbagliati di mani sgraziate (le mie) e gestisce gli altri “patrimoni immateriali” della casa editrice: Open Access e piattaforme di referaggio per riviste e collane. Supporta la redazione sui nuovi fronti digitali e l’ufficio stampa nella cura dei social media aziendali.
Dietro le Quarte ci siamo noi. Abbiate pietà, e sennò usateci come bersaglio per le freccette se qualcosa non vi è piaciuto.

ANGELO ALESSANDRA

 

E così, cari lettori, con questo post festoso siamo arrivati anche all’estate. Ci fermiamo un po’, mentre in casa editrice sin da ora fervono i lavori per i prossimi titoli dell’autunno e, anche, nuovi interessanti progetti. A tutti buona estate, e arrivederci a settembre per il centouno!

thumbnail_Dalmata

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Loading Facebook Comments ...

RICEVI I NOSTRI POST VIA EMAIL

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi post
* = campo richiesto!

Archivi

@AngeliEdizioni

LINK UTILI

Libri e conversazione online: una guida introduttiva per i nostri autori