Dietro le Quarte

I NOSTRI AUTORI: RAFFAELE MANTEGAZZA

I NOSTRI AUTORI: RAFFAELE MANTEGAZZA
gennaio 28
12:09 2014

Basta una pagina. O, per esser più precisi, basta l’homepage.

Basta l’homepage di www.raffaelemantegazza.com perché si manifesti in noi, nello spazio di un solo colpo d’occhio, la ricchezza del viaggio che il padrone di casa ci farà compiere.

Il sottotitolo ci porta immediatamente in volo, alza il nostro sguardo, i nostri piedi, il nostro pensiero: “Paesaggi dell’educazione” son le parole scelte per presentarsi in una riga.

E, subito sotto, una galleria di immagini che scorrono: sono giraffe, rane, orsi, foche.

Più giù, un indirizzo mail a indicare l’apertura al dialogo (d’altra parte testimoniata dall’elenco di incontri in agenda) e, nel Main Menu, una lista di “Pedagogie” dal nome inusuale: del sacro, della natura, della resistenza…

Impossibile descrivere in un breve articolo l’attività eclettica – ma sempre con l’attenzione posta sul delicato tema dell’educare – del nostro autore Raffaele Mantegazza, la cui biografia già la dice lunga.

Per la nostra casa editrice ha pubblicato testi di altissimo impatto, dove si spazia dalla pedagogia interculturale alla teodicea pedagogica per arrivare addirittura alla fantascienza nell’ultima pubblicazione scritta a quattro mani con Daniele Barbieri: “Quando c’era il futuro. Tracce pedagogiche nella fantascienza”.

Durante l’edizione 2013 di Bookcity, lo scorso novembre, ha lavorato sui temi della Costituzione con i ragazzi di alcune scuole milanesi, che con il suo aiuto, e con il prezioso lavoro dei propri insegnanti, hanno tra l’altro realizzato due splendidi plastici rappresentanti la “Città ideale” (vedi foto).

Ne ha poi discusso con l’illustre compagnia di Gherardo Colombo, aprendo al dibattito.

Di quell’esperienza ci dice oggi:

“Incontrare i ragazzi e le ragazze  che hanno dato vita all’esperienza dei due progetti per Bookcity, “A ciascuno il suo” – l’adozione di un articolo della Costituzione  da parte di ragazzi delle scuole secondarie – e “Una città ideale” – la costruzione di una città a misura di uomo e di donna per i ragazzi delle medie – e’ stata una forte emozione. L’emozione che prende quando ci si trova di fronte a una scuola viva e forte, che sa parlare al cuore e alla mente dei ragazzi. I risultati sono stati eccellenti ma quello che più conta, come sempre in questi casi, e’ il processo pedagogico che si e’ messo in atto: l’idea che la storia, l’educazione civica, la Costituzione possano costituire per i giovani di oggi qualcosa che vale, qualcosa di cui vale la pena occuparsi: perché in questo modo ci si sta occupando di se stessi, degli altri, del futuro proprio e del mondo. Non e’ poca cosa, nell’epoca dell’egoismo e della competitività sfrenata.

Grazie  a ragazzi e insegnanti si e’ dimostrato che tutto questo è ancora possibile”.

plastico 1    plastico 5    plastico 4

I plastici realizzati dai ragazzi di due classi prime della Scuola Media Cecco Cuciniello di Trezzano sul Naviglio (MI)

 Non resta, ora, che darsi alla lettura dei suoi libri!

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Loading Facebook Comments ...

RICEVI I NOSTRI POST VIA EMAIL

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi post
* = campo richiesto!

Archivi

@AngeliEdizioni

LINK UTILI

Libri e conversazione online: una guida introduttiva per i nostri autori