Dietro le Quarte

IL RISORGIMENTO. Un convegno importante a Milano e la rinascita di una testata storica

IL RISORGIMENTO. Un convegno importante a Milano e la rinascita di una testata storica
novembre 03
15:15 2015

Si diceva Italia quando l’Italia non c’era, nella Vienna del Congresso; si diceva Italia quando questa nasceva, ed era un Regno; e lo si dice oggi, a 150 anni dall’unità. E’ un dire che si modella nei decenni, che acquista significati diversi e apre a nuove domande. E questo nome, se è pensato, e se vuole avere un significato, ha bisogno, naturalmente, di guardare alla Storia.

Ecco perché contiI di copertina RIS 1-2 2015nua ad avere molto senso – e forse oggi più che mai, oggi che diciamo Italia mentre con un occhio la vediamo infilata nell’Europa e con l’altro maneggiamo ancora la “questione meridionale” – dare nuova vita a una rivista che ha le radici nel lontano 1949 e un nome che riascoltato oggi sa, insieme, di romantico passato e di modernissimo, coraggioso augurio: Il Risorgimento.

“Il Risorgimento”, perdonate il gioco buffo, rinasce. Sarà presentata nel corso di un importante convegno che si terrà a Milano da domani e fino al 7 novembre, e che nel titolo esprime tutto il senso della ricerca storica tesa a dare, nella riflessione sul passato, il contributo all’evoluzione dal presente in poi: “1815. Italia ed Europa tra fratture e continuità”. A questo link il programma completo, che vede ospitata la rivista, pubblicata dalla nostra casa editrice, dalle 9.30 di venerdì 6 novembre presso Palazzo Moriggia in via Borgonuovo 23.

È, questa, la sede storica (dopo la prima, nella casa del Manzoni) della redazione della rivista (e del Museo), i cui articoli sono sottoposti a referaggio “in doppio cieco”, e che oggi può utilizzare, per questo servizio, la piattaforma OJS di cui abbiamo parlato su questo blog (qui l’articolo).

Qui sotto la scheda della rivista, con i nomi della Direzione, del Consiglio di redazione e gli Enti promotori, e  le tariffe per gli abbonamenti 2015/16 (cliccare sulle immagini per ingrandirle).

RISORGIMENTO flyer_Pagina_1  RISORGIMENTO flyer_Pagina_2

Un bel saggio introduttivo di Maria Canella appare su questo primo numero per dar conto della vicenda storica della rivista, nata nel ‘49 per volere di Leopoldo Marchetti e dell’associazione “Amici del Museo del Risorgimento” quale ideale ricongiungimento al bollettino trimestrale “La Lombardia nel Risorgimento Italiano”, esistente dal 1914 e di fatto bloccato da Mussolini nel 1933 con il commissariamento della Società nazionale per la Storia del Risorgimento italiano. L’editoriale del primo numero del ‘49 riporta: “Rivista milanese, anche questa. Ma non rivista locale, ristretta nell’ambito di una città o di una regione: piuttosto, contributo locale alla storia nazionale; nessun confine, o limite, che porti a isolare la parte del tutto. Rivista dedicata al Risorgimento. Ma inteso, il Risorgimento, non soltanto nei termini della lotta per l’Indipendenza; inteso, invece, nell’accezione più vasta e significativa della parola, come “risorgere” della vita italiana, spirituale e politica, economica e sociale”.

Abbiamo chiesto a Salvatore Carrubba, direttore della testata e presidente del Comitato di Milano dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, una personale riflessione sulla ripresa delle pubblicazioni (interrotte nel 2009).

Ecco le sue parole, particolarmente segnanti oggi:

La rinascita della rivista “Il Risorgimento”, fondata dal Comune di Milano, rappresenta una pagina importante nel recupero delle memorie storiche della città, che ha avuto un forte impulso negli ultimi anni: il restauro del museo del Risorgimento, la sentita partecipazione alle celebrazioni del 150° anniversario dell’unità nazionale, le mostre di natura storica e risorgimentale e, adesso, la rivista segnano una rinnovata attenzione verso il ruolo che Milano ha avuto negli anni risorgimentali e nel farsi dell’Italia nuova. In questo senso, l’attenzione delle istituzioni civiche, supportate dall’azione di istituzioni di natura privata, sottolinea efficacemente la forza del legame tra Milano e l’Italia e la consapevolezze della città del proprio perdurante ruolo di motore dell’innovazione e della modernizzazione, non solo nell’ambito economico ed industriale, ma anche istituzionale, politico e sociale.

La nuova serie della rivista contribuirà a che la città mantenga fede a questa vocazione”.

 

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Loading Facebook Comments ...

RICEVI I NOSTRI POST VIA EMAIL

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi post
* = campo richiesto!

Archivi

@AngeliEdizioni

LINK UTILI

Libri e conversazione online: una guida introduttiva per i nostri autori