Dietro le Quarte

LE NOSTRE COLLANE La seicentotrentasette: i Riflettori

LE NOSTRE COLLANE La seicentotrentasette: i Riflettori
aprile 09
16:04 2015

13×19 cm, li tieni bene in mano e ti senti così di avere, in mano appunto, un bel pezzo di conoscenza in più.

Sono i libri della collana “i Riflettori”, nuovissima iniziativa editoriale che vede i primi tre titoli uscire in veloce sequenza, e proporre temi di primo piano in chiave pedagogico-educativa.

Riflettori per fare luce, naturalmente (anche se l’italiano ci aiuta sempre a trovare giochi di parole, metafore e immagini: sul riflettere è evidente la considerazione…) per evidenziare fenomeni sociali della nostra epoca letti nell’ottica dell’emergenza.

I primi temi trattati, nell’ordine, sono la violenza sulle donne spesso giunta all’esito più tragico del femminicidio (“Corpi violati”, a cura di Simonetta Ulivieri), il rapporto con la comunità rom (“Tra noi e i rom” di Giuseppe Burgio) e l’originale contributo allo studio del rapporto padri/bambine indagato attraverso l’analisi della figura di Lady Gaga e del personaggio Jem dei famosi cartoons, a quanto pare molto molto legate (“Jem e Lady Gaga” di Massimiliano Stramaglia).

Il lettore invitato ad aprire questi agili ma densi volumi non è solo il professionista dell’educazione, ma chiunque sia interessato all’analisi dei temi proposti, che sono sempre trattati con linguaggio accessibile ai non addetti, benché sottoposti a referaggio da parte di un comitato di esperti prima della pubblicazione, a garanzia della qualità del testo.

La collana è diretta da Michele Corsi e Simonetta Ulivieri.

A quest’ultima abbiamo posto due domande specifiche, una prima relativa al testo che lei stessa ha curato e una seconda più generica sulla neonata collana:

 

Nel  saggio a sua firma pubblicato all’interno del volume “Corpi violati” lei  scrive: “la violenza viene da lontano, non scatta all’improvviso”. Una breve frase in mezzo alla descrizione di tanto orrore. È una chiave importantissima:  dove ci porta questo “lontano”? Cosa c’è prima dell’orrore? Come sono questi uomini e queste donne all’inizio del loro rapporto?

simonetta ulivieriAffermare che la violenza uomo/donna soprattutto in ambito domestico, familiare e tra partners “viene da lontano”, significa che storicamente tale rapporto è nato in forma asimmetrica, attraverso il dominio della forza e del possesso, più che dell’amore e della relazione affettiva ; di fatto l’educazione da sempre impartita ai maschi, non solo a parole ma attraverso l’esempio del vissuto dei loro genitori, dà loro la convinzione di una superiorità dell’uomo sulla donna in termini di maggiori capacità in ogni campo. La donna non deve ovviamente porre in discussione tale convinzione identitaria, altrimenti viene accusata di svilire il ruolo maschile e di non accettare il ruolo a lei assegnato dalla natura, di debolezza, dipendenza ed inferiorità.

Mettere in discussione tali ruoli come storicamente si sono determinati getta alcuni uomini nel panico, in una sorta di ansia identitaria, generando reazioni violente contro la donna che “non vuole stare al suo posto”.

 

La collana tratta diversi temi di contemporaneità sociale: il femminicidio e la violenza di genere, la convivenza con popoli diversi, il rapporto bambina/padre sono argomento dei primi tre libri. Cosa lega questi titoli in una collana editoriale? E può anticiparci i temi di prossima trattazione?

La Collana è una Collana di volumi agili ma completi, esaustivi, che cercano di dare informazione scientifica su temi della formazione collegati alla nostra contemporaneità, combattendo il pregiudizio che spesso nasce dall’ignoranza.

Non vuole essere una Collana universitaria, ma una Collana che tutti possano consultare, soprattutto volendo conoscere velocemente e bene un argomento. Siamo partiti con il condirettore, Michele Corsi, guardando a nodi scottanti quali il femminicidio, il popolo rom, il rapporto paterno con le figlie. Per il futuro guardiamo agli adolescenti, come età di mezzo da conoscere e capire meglio, il difficile ma seduttivo rapporto tra media, bambini e apprendimento, i “nuovi anziani” e a come si vive oggi la terza età nella società italiana.

Altri temi li affronteremo guardando ai grandi temi sociali, che viviamo. Dialogo inter-religioso, bambini autistici e relazione tra famiglie, scuole e servizi sul territorio, calcio e violenza negli stadi, bambini abusati, sfruttamento, violenza e pedofilia.

È interessante che sono temi a volte difficili e poco frequentati dall’accademia pedagogica e che spesso emergono dalle nostre conversazioni con studenti, ragazzi e ragazze, che incontriamo sia nelle scuole che all’università e che in un certo senso ci fanno da “suggeritori”.

Questa Collana vuole aprire alla conoscenza e alla lettura fasce della popolazione che altrimenti non approfondirebbero temi che stanno loro a cuore.

 

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Loading Facebook Comments ...

RICEVI I NOSTRI POST VIA EMAIL

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi post
* = campo richiesto!

Archivi

@AngeliEdizioni

LINK UTILI

Libri e conversazione online: una guida introduttiva per i nostri autori