Dietro le Quarte

I NOSTRI AUTORI: RICCARDO SALVI

I NOSTRI AUTORI: RICCARDO SALVI
novembre 12
12:37 2014

C’è una ex fabbrica di cioccolato a Milano coperta di verde e disegnata negli anni ’30 da Gio Ponti. È in via Legnone 4, zona Maciachini, e trecento dei suoi bei metri quadri ospitano oggi lo studio Logica:architettura, di cui è cofondatore Riccardo Salvi, autore per la nostra casa editrice di una fortunata serie di manuali di architettura d’interni (ultimo quello dedicato al negozio) e, più recentemente, di “Identity Matters. Architettura tra individualismo e omologazione”, testo bilingue sull’influenza delle culture locali sulla produzione architettonica. Tra gli altri, è da segnalare il contributo di Minsuk Cho – curatore del Padiglione coreano vincitore del Leone d’oro alla Biennale Architettura di Venezia – dal titolo “La modernità può essere locale e il globale può essere arcaico, o pre-moderno”.

identity matters jpg 84_19_5

Nato a Milano nel 1965, Riccardo Salvi è molto attivo anche in Europa, Asia, Stati Uniti e Medio Oriente, e i suoi progetti sono pubblicati su riviste e libri in tutto il mondo.

Già docente di Retail Design, da oltre dieci anni lavora con i più esclusivi nomi del settore della moda e del lusso, tra cui Balenciaga, Giorgio Armani, Sergio Rossi e Richemont, la holding finanziaria che rappresenta, tra gli altri, alcuni dei  marchi più prestigiosi sia nell’area gioielleria (Cartier, Montblanc, Van Cleef & Arpels), che nell’area delle manifatture orologiere (Piaget, IWC, Baume & Mercier, Officine Panerai, Vacheron Constantin, Jaeger Le Coultre, A. Lange & Söhne, Roger Dubuis).

Convinto che il progetto individui “un ordine coerente tra elementi distinti”, Riccardo Salvi sostiene: “l’architettura d’interni esige l’unità del suo svolgimento ed il rigore nella sua composizione. Tutto deve condurre ad un obiettivo e nulla deve essere lasciato al caso. Ogni aspetto deve essere frutto di un’intenzione progettuale, anche l’eventuale fenomeno incidentale o discordante”.

E ancora: “Nei miei progetti la ricerca è sempre tesa a trovare la giusta soluzione ai problemi… penso che la missione dell’architettura sia risolvere più che rappresentare. Nel mio lavoro mi impegno a riscoprire il design e la raffinatezza di dettagli tipici di una certa scuola milanese – penso a Caccia Dominioni, Ignazio Gardella, Franco Albini – capaci di architetture ed oggetti straordinariamente belli ma al contempo funzionali. Un’architettura che è riuscita a dimostrare come il senso della misura, la semplicità e la chiarezza non sono sinonimi di ‘rigore punitivo’ ma contraddistinguono il progetto nella sua capacità di individuare le affinità, la parentela culturale, la vicinanza stilistica e contenutistica che deve collegare tra di loro tutti gli elementi”.

Per la Rete Due della Radio Svizzera Italiana, insieme a Gigi Donelli, ha condotto gli incontri dal titolo “Svizzero o solo mondiale? Viaggio nell’architettura svizzera contemporanea” intervistando personaggi del calibro  – per citarne solo alcuni – di Mario Botta, Roger Diener e Luigi Snozzi.

A questo link è possibile scaricare tutte le interviste.

Infine, e naturalmente non ultimi – è proprio il caso di dirlo – i premi…

Logica:architettura, con Luca Rossire, ha vinto nientemeno che un Compasso d’Oro per giovani designers nel 1994 con il progetto di un Mobile Earphone e da allora altri traguardi in primo o secondo posto insieme a diverse menzioni d’onore.

Complimenti dalla tua casa editrice, Riccardo!

mobile earphone Take a pew

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Loading Facebook Comments ...

RICEVI I NOSTRI POST VIA EMAIL

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi post
* = campo richiesto!

Archivi

@AngeliEdizioni

LINK UTILI

Libri e conversazione online: una guida introduttiva per i nostri autori