Dietro le Quarte

I NOSTRI RECENSORI: ROBERTO FANTINI

I NOSTRI RECENSORI: ROBERTO FANTINI
ottobre 19
12:30 2015

“Caro web-navigante, su questa piccola isola potrai trovare un po’ di me, della mia storia, di quello che ho fatto e di quello che sto facendo. Come attivista per i Diritti Umani, come filosofo-insegnante, come pittore, come scrittore. Troverai cose di varia natura, più o meno interessanti, più o meno belle. Sono le mie cose, forse piccole e di poco pregio, ma nate, non soltanto dal semplice bisogno di fare, ma anche dal desiderio di fare qualcosa di utile: qualcosa che possa servire a rendere un po’ più saggio e un po’ più luminoso questo nostro mondo dolente, ancora troppo povero di saggezza e di luce. Se lo vorrai, riposati un po’, vai pure a zonzo, curiosando di qua e di là. Sappi, comunque, che, indipendentemente dal come e dal perché tu vi sia approdato e dal quanto sarà lunga la tua sosta, qui sei e sarai sempre il BENVENUTO”.

Questo è Roberto Fantini.

Si presenta così, in home page, quando ci si affaccia sul suo sito www.fantiniartemente.com, e non è mica male sentirsi così accolti.

Se lo vorrai, riposati un po’… fantastico, poetico invito che prevede anche, di tutte le belle esperienze che il sito propone (visione di colore in acquerelli, letture di articoli sui temi dei diritti dell’uomo, interviste) anche la lettura di libri scelti, e lì recensiti, così come sul sito dell’associazione della stampa freelance internazionale (www.flipnews.org). Da alcuni anni un fecondo rapporto di collaborazione ci lega a lui, che quando sceglie dal nostro catalogo i titoli che maggiormente destano il suo interesse ne prepara accurate recensioni: parole pensate davvero, libri letti con attenzione. E si sente.

1136_92

Ecco a questo link ad esempio la recensione a “Traffico d’organi” di Franca Porciani o, qui, l’analisi de “La Shoah dei disabili” di Carla Callegari e ancora, qui, belle parole per “La protezione internazionale dei diritti umani” di Antonio Marchesi.

Fantini insegna ai liceali. Scrive saggi e articoli. Dipinge. Con la sensibilità che possiamo immaginare appartenere a chi, come lui, da volontario per Amnesty si occupa di Educazione ai Diritti Umani.

I nostri libri non potrebbero andare sotto occhi migliori.

Ma chiediamo a lui di raccontarci cosa maggiormente apprezza della nostra produzione, e cosa ha da dire sulla nostra casa editrice e sulle collane che si impegnano a divulgare i temi culturali e sociali che gli stanno tanto a cuore:

Nella mia vita, i libri sono una presenza fondamentale, una presenza viva, fonte di ricchezza interiore e di vera felicità. Ed è anche una gioia grande, per me, provare a richiamare l’attenzione su lavori di spessore e di qualità, soprattutto su lavori nati non per narcisismo o per “fare cassa”, ma per una sentita voglia di condividere esperienze e conoscenze.  Ebbene, nel catalogo FrancoAngeli, cose di questo genere non mancano davvero. In tante occasioni, infatti, ho avuto modo di scoprire prodotti culturali di grande pregio scientifico, indubbiamente  risultato di ricerche  condotte con grande serietà e rigore. Di questa casa editrice apprezzo, in particolar modo,  la variegata rosa dei campi disciplinari su cui si cimenta, unitamente  al fatto di dare sempre ampio spazio a studi innovativi e di frontiera”.

Che incontri belli!

 

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Loading Facebook Comments ...

RICEVI I NOSTRI POST VIA EMAIL

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi post
* = campo richiesto!

Archivi

@AngeliEdizioni

LINK UTILI

Libri e conversazione online: una guida introduttiva per i nostri autori