Dietro le Quarte

ROMANZI D’IMPRESA. Storie di uomini e aziende raccolte da professionisti della scrittura

ROMANZI D’IMPRESA. Storie di uomini e aziende raccolte da professionisti della scrittura
settembre 15
17:35 2016

Non si può dire che faccia il passo più lungo della gamba l’omino in corsa e ben vestito rappresentato in copertina sul primo volume della nuova collana “Romanzi d’Impresa”, ideata e diretta da Alessandro Zaltron.

1310_1
L’elegante professionista in questione, infatti, butta avanti una chilometrica gamba, decisamente molto più lunga del passo previsto. Sono così gli imprenditori che la collana vuole raccontare, persone che hanno avuto fortuna grazie al genio, all’impegno, al coraggio e alla lungimiranza.

Storie che è bello e utile raccontare. Per chi le legge, il gusto di conoscere avventure lunghe un’esistenza e fatte anche di vicende umane profonde; per chi le racconta, un momento per riguardare il cammino fatto, riconoscerne il valore, lasciarne il ricordo indelebile. Un autore professionista si fa testimone attento e curioso, raccoglie la storia e la narra in un libro, che da oggi trova ospitalità presso un editore qualificato.

Lo stesso Alessandro Zaltron, già nostro autore e da anni impegnato nella scrittura di storie d’impresa, ha firmato il primo, “Di domenica, mai”, storia di Giovanni Panni, fondatore (nel 1968) e presidente della veneta Oleodinamica Panni, Interpump Group.

È peraltro interessante notare come, anche per il lettore comune lontano dalla realtà industriale raccontata, il prodotto finale – qui, cilindri idraulici – assuma una propria anima, un diverso significato a seguito della conoscenza di una storia che vede protagonista la risorsa umana, le idee, le scelte, le preoccupazioni ed i successi.

Panni prima elementare
Dietro i quali ci sono i lavoratori innanzitutto ma anche mogli, sorelle, amici… e tra qualche parola lasciata nel testo in dialetto e le testimonianze dirette con aneddoti della vita dell’imprenditore, la storia dell’imprenditore Panni si fa completa, dal personale al sociale, dalle mura della cucina di casa agli aerei per il mondo.

Sintetizza bene Zaltron:

“Gli innamorati si raccontano di sé, dei propri percorsi prima di conoscersi, raggiungendo più velocemente l’intimità. Gli amici si aggiornano su quanto hanno vissuto nel periodo fra loro non collegato, per ripartire a confrontarsi. Il candidato a una posizione lavorativa sceglie alcune parti della sua vita, le assembla e le propone come storia persuasiva ai selezionatori.

Le descrizioni delle aziende tendono a omologarle, è la loro storia che le differenzia una dall’altra e rende unica ciascuna di esse. Le storie costruiscono e definiscono la vera essenza delle imprese, per questo vanno raccontate”.

La storia di Giovanni Panni detto “Panni” è la prima, e parte dalle ore passate, ancora bambino, con lo zio Vittorio a fare ringhiere. Da lì su su fino alla fondazione e direzione di un’impresa oggi quotata in borsa, con duecento dipendenti e 40 milioni di fatturato. Il libro che la racconta non blocca la storia a oggi con un punto, non guarda indietro ma si ferma, giusto il tempo di guardare, prima di un a capo.”Tutto in lui – leggiamo nelle ultime righe, prima di una carrellata di fotografie – è movimento, progresso, avanzamento. Per questa ragione, forse, si è votato ai cilindri. Sono i cilindri che muovono tutto, che rendono dinamiche le persone e i progetti”.

E a proposito di progetti chiamiamo Zaltron e ci facciamo dire due parole sulla genesi di questo, tutto suo. La risposta è frizzante:

“E dunque è successa questa cosa bella che dal 1998 scrivo libri sulla storia delle aziende, ma la cosa bella non è tanto questa e comunque è una notizia non proprio freschissima essendo passati diciotto anni, perciò la nuova cosa bella è che sono il direttore di una collana che si chiama “Romanzi d’impresa” e che l’editore FrancoAngeli è stato molto entusiasta, così entusiasta che questa cosa che nella mia testina doveva partire forse e chissà quando mi è esplosa tra le mani e il signor Stefano Angeli ha detto “Si parta subito” e insomma il primo libro è già pronto. La cosa bella di questa collana che tenterò di dirigere è raccontare la storia delle aziende e dei professionisti che hanno fatto qualcosa di importante o di bello o di utile e vorrei tanto mostrare che le imprese di successo non sono metri quadri di capannoni, fatturati che s’impennano, grafici sull’andamento veloce o lento della forza produttiva. Con “Romanzi d’impresa” voglio raccontare il dietro le quinte del lavoro, cioè gli imprenditori e tutte le persone con lui e anche la loro umanità tremolante e gli errori e gli azzardi perché le aziende sono cose vive e pulsanti oltre a muri macchinari reti di recinzione. E quindi sì, è successa una cosa bella”.

E se questa cosa bella vi interessa, se desiderate che la storia della vostra impresa trovi spazio nella nostra collana potete contattare direttamente questo sorridente direttore, scrivendogli all’indirizzo az@alessandrozaltron.com.

 

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Loading Facebook Comments ...

RICEVI I NOSTRI POST VIA EMAIL

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi post
* = campo richiesto!

Archivi

@AngeliEdizioni

LINK UTILI

Libri e conversazione online: una guida introduttiva per i nostri autori