Dietro le Quarte

SOGNARE È POTERE. Una nuova via per la cooperazione internazionale

SOGNARE È POTERE. Una nuova via per la cooperazione internazionale
gennaio 30
17:27 2017

Si scrivono libri anche auspicando incontri, e quando questo accade l’esperienza diventa occasione preziosissima di crescita e progettualità.

E proprio questo è accaduto poche sere fa, giovedì 26 alla Camera del Lavoro di Milano, dove Luciano Carrino, alla presentazione dell’ultimo suo corposo lavoro, “Perle, pirati e sognatori. Dall’aiuto allo sviluppo a una nuova cooperazione internazionale” ha commentato così: “Abbiamo capito che la via di tipo assistenzialista è obsoleta, superata, sbagliata.  Nella seconda parte del mio libro cerco di pensare a una nuova soluzione, provo a fornire proposte su come agire, cosa fare, ma certo il tema è complesso e tutto ciò serve soprattutto per stimolare una riflessione comune, come sta avvenendo questa sera”.

Insieme a Carrino il segretario di Camera del Lavoro, Corrado Mandreoli, Giorgio Ferraresi della Società dei Territorialisti, Alberto Giasanti, docente di Sociologia del Diritto alla Bicocca e coordinatore della collana “Le professioni nel sociale” che ospita il libro presentato.

Con loro, fondamentali protagonisti anche se non seduti al tavolo dei relatori, rappresentanti delle “perle” citate nel sottotitolo: quelle realtà fortunate e vincenti, spesso piccolissime, spesso guidate da giovanissimi, che riescono a mettere in pratica l’auspicato approccio territoriale allo sviluppo. Intervengono stimolati dallo stesso Carrino, e portano una ventata di ottimismo.

Il quale comunque non manca in sala, insieme a un clima che fa pensare che faccia proprio bene, lavorare nella cooperazione! L’atmosfera è ridente, il sogno tiene desti. E indaffarati. Si sente dai racconti il lavoro enorme e pieno di passione che accomuna tutti gli intervenuti. Luciano Carrino, già psichiatra e stretto collaboratore di Franco Basaglia (e l’approccio antropologico si sente, noterà Ferraresi nel suo intervento, e fa sì che questo cooperare nuovo assomigli ad una liberazione dalla camicia di forza) porta il sorriso nelle bocche del pubblico quando esulta di gioia ricordando gli anni delle battaglie e dicendo “Ma io, anche, mi divertivo, e tanto!”.  Mandreoli annuisce con occhi che ricordano anche le sue personali battaglie…

x-carrino-milano
I temi ruotano intorno al rifiuto del concetto di aiuto verso quello di sviluppo, e anche nella revisione dello stesso significato di sviluppo, qui inteso come valorizzazione dei contesti territoriali.

Questioni ben emerse anche in occasione della realizzazione di un padiglione a Expo per la Kip International School fondata nel 2011 anche dallo stesso Carrino per la ricerca e formazione in cooperazione. A Expo ben 269 partner, protagonisti di esperienze di sviluppo locale in trenta paesi del mondo, hanno prodotto il Manifesto per la cooperazione allo sviluppo dei territori.

Il cambiamento più importante auspicato, afferma Carrino nel testo “è che la cooperazione diventi uno strumento per contribuire a realizzare nuove politiche di sviluppo (sia dei paesi “donatori”, sia di quelli partner). Invece di dare appoggio alle politiche e alle pratiche correnti (che hanno mostrato i loro pericolosi limiti), essa potrebbe finalmente scegliere quale sviluppo vale la pena aiutare”.

Significativo che il testo in questione riprenda e amplifichi i temi proposti in un libro pubblicato nel 2005, “Perle e pirati”. Oggi Carrino aggiunge i sognatori. Che non stanno certo fermi sul giaciglio a gongolarsi, e ieri sera l’hanno ben dimostrato. Cogliendo anche questa occasione gli intervenuti hanno discusso tra loro, anche a margine della presentazione, nuove idee per rafforzare la rete dei territori attraenti costituita in occasione di Expo. Perché i sognatori di oggi creino le perle di domani.

 

 

Related Articles

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Loading Facebook Comments ...

RICEVI I NOSTRI POST VIA EMAIL

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere le notifiche dei nuovi post
* = campo richiesto!

Archivi

@AngeliEdizioni

LINK UTILI

Libri e conversazione online: una guida introduttiva per i nostri autori